Il garage, oltre ad essere uno spazio protetto per custodire il proprio veicolo, può anche rappresentare un investimento o una fonte di reddito per chi lo possiede e decide di affittarlo. Tuttavia, affittare un garage richiede un contratto di locazione che stabilisca i termini e le condizioni del rapporto tra proprietario e conduttore.

In questo articolo, esploreremo come funziona il contratto di locazione di un garage focalizzandoci su la durata, il canone di locazione, le clausole specifiche e le procedure di registrazione.

Condizioni del contratto

A differenza delle locazioni abitative, nel contesto dell’affitto di un garage, la legge consente alle parti di poter negoziare i termini e le condizioni del contratto di locazione. Questa autonomia è limitata solo da alcune disposizioni legali e da considerazioni pratiche legate alla natura dell’immobile e alle esigenze delle parti coinvolte.

In pratica le clausole del contatto di affitto del garage sono personalizzabili e le regole generali della locazione previste dal codice civile (agli artt. 1571 e seguenti) assumono un ruolo solo qualora le parti non abbiano concordato qualche aspetto del contratto.

Di conseguenza il canone, la durata, il rinnovo o il recesso sono tutti aspetti a discrezione dei contraenti.

Durata del contratto 

La durata del contratto di locazione per un garage viene scelta dalle parti e può variare rispetto a quella dei contratti residenziali. Mentre i contratti per abitazioni possono essere di lunga durata, anche a tempo indeterminato, i contratti per garage tendono spesso ad essere di durata più breve e possono essere rinnovati in base alle esigenze del locatore e del conduttore.

Canone di locazione

Il canone di locazione per un garage è a discrezione dei contraenti :può essere significativamente inferiore rispetto a quello di un appartamento o di una casa, considerando le dimensioni ridotte e il diverso scopo dell’immobile. Tuttavia, il costo può variare notevolmente in base alla posizione, alle dimensioni e alle condizioni del garage.

Clausole specifiche

I contratti di locazione per garage possono includere clausole specifiche riguardanti l’uso del garage, come ad esempio restrizioni sull’uso per scopi diversi dal parcheggio di veicoli, regole per la manutenzione dell’immobile e disposizioni per la responsabilità in caso di danni al veicolo o al garage.

Registrazione

La registrazione del contratto di affitto per un garage dipende dalla durata e dall’importo del canone di locazione. Secondo la legge, se il contratto di affitto ha una durata superiore ai 30 giorni e prevede un canone di locazione annuo superiore a 4 volte il valore del canone minimo di locazione (determinato annualmente dalla legge), allora il contratto deve essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla sua stipula.

La cedolare secca

I proprietari  che non locano l’immobile nell’esercizio di attività di impresa o di arti e professioni, possono applicare la cedolare secca su unità abitative appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11, esclusa l’A10 e relative pertinenze come box e garage. Tuttavia questo vale solo se le pertinenze vengono locate congiuntamente all’abitazione.

Diversamente, la cedolare secca non potrà essere applicata il reddito derivante dal canone di locazione verrà tassato secondo le regole generali dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).