L’avvento dei monopattini elettrici ha trasformato la mobilità urbana, offrendo soluzioni sostenibili e pratiche per gli spostamenti quotidiani. Per molte persone i monopattini sono diventati addirittura i sostituti dell’auto, soprattutto per percorrere brevi tragitti. Tuttavia, il loro crescente utilizzo pone il problema della gestione della loro sosta, soprattutto in spazi condominiali.

In questo articolo, esploreremo le linee guida e le buone pratiche per gestire la sosta dei monopattini elettrici in condominio, garantendo il rispetto degli spazi comuni.

Dove si può parcheggiare in condominio?

In un condominio, è permesso parcheggiare nell’area designata per la sosta dei veicoli.

Se questa area non è disponibile, è consentito parcheggiare l’auto in qualsiasi altra parte comune, a condizione che ciò non modifichi la destinazione d’uso e che sia permesso anche agli altri residenti di fare lo stesso.

Ad esempio, è comune parcheggiare nel cortile del condominio o nell’area aperta di fronte al portone d’ingresso, purché ci sia spazio sufficiente per il parcheggio delle auto.

È altresì possibile parcheggiare lungo il viale condominiale, a patto che non si ostacoli il passaggio degli altri veicoli.

Tuttavia, non è ammesso parcheggiare nel giardino, poiché la sua destinazione è incompatibile con la sosta.

Allo stesso modo, non è consentito parcheggiare in modo tale da impedire ai condomini di accedere alle proprie unità immobiliari.

Ad esempio, non è permesso parcheggiare davanti a un box auto privato o all’ingresso principale, bloccando così l’accesso.

Dove si può parcheggiare il monopattino elettrico?

I monopattini elettrici sono equiparati ai velocipedi, cioè alle biciclette tradizionali e a quelle a pedalata assistita.

Di conseguenza i monopattini possono sostare esclusivamente:

  • negli stalli di sosta dedicati;
  • nelle aree destinate al parcheggio di bici e moto;
  • lungo il margine della strada, dove non sia espressamente vietato.

È vietato parcheggiare i monopattini sui marciapiedi e in posizioni che possano ostacolare il passaggio dei pedoni e degli altri veicoli.

Condominio: dove si può parcheggiare il monopattino elettrico?

Per chi vuole parcheggiare il proprio monopattino elettrico fuori dal proprio appartamento le opzioni possono includere:

  1. Stalli o aree designate: Se il condominio dispone di stalli o aree dedicate alla sosta dei monopattini elettrici, è consigliabile parcheggiarli lì. Queste aree possono essere create appositamente per garantire un parcheggio organizzato e evitare disagi agli altri residenti.
  2. Aree destinate ai mezzi a due ruote: Molte volte, i monopattini elettrici possono essere parcheggiati nelle stesse aree dedicate alle biciclette e ai motocicli, ovvero nelle apposite rastrelliere.
  3. Qualsiasi altra parte comune, purché il mezzo non costituisca intralcio.

Si può lasciare il monopattino nelle scale o nell’androne?

È ammesso temporaneamente lasciare il monopattino elettrico nelle scale, sul pianerottolo o nell’atrio, poiché questi non sono luoghi destinati alla sosta di veicoli.

Tuttavia, è fondamentale evitare di occupare spazi condominiali come androni, cortili o pianerottoli in modo che gli altri residenti non siano impediti di utilizzare tali aree a loro piacimento.

In pratica, l’utilizzo delle aree comuni deve consentire a ogni condomino di usufruirne liberamente per soddisfare le proprie esigenze simili.

Pertanto, non è consentito lasciare il monopattino nell’androne condominiale, nelle scale o sul pianerottolo se ciò crea intralcio agli altri, poiché questi luoghi sono destinati al passaggio delle persone per accedere agli appartamenti.

È accettabile lasciare il monopattino per poco tempo in queste aree solo se è previsto un utilizzo immediato da parte del proprietario, ma non è consentito trasformare l’atrio e le scale in un parcheggio abituale per i monopattini.

Bisogna comunque tenere sempre in considerazione quanto previsto dal regolamento condominiale e le decisioni dell’assemblea, che potrebbero stabilire norme più rigorose, vietando la presenza costante di beni di proprietà privata nelle aree comuni.

In generale, è consigliabile rispettare le norme e le regolamentazioni del condominio per evitare dispute con gli altri residenti e per mantenere un ambiente armonioso. Se non ci sono regole specifiche, è sempre una buona pratica cercare di lasciare il monopattino in un’area che non ostacoli il passaggio o causi disagi agli altri condomini.